FACEBOOK | CIAO AREA PERSONALE [ ESCI ]

Tecnica

Tabularasa | |

WAX: SCEGLIERLA E APPLICARLA

Guida all'uso corretto della paraffina

WAX: sceglierla e applicarla
WAX: sceglierla e applicarla
WAX: sceglierla e applicarla
WAX: sceglierla e applicarla

La paraffina è ciò che ci da aderenza alla tavola da surf. Scegliere la giusta Wax per la sessione di surf e stenderla nel modo giusto è fondamentale. Del resto, come dice un nostro caro amico di Lanzarote:" Non vorrai davvero perdere l'onda migliore della giornata per non aver steso bene la paraffina?"

PARAFFINA E TEMPERATURA

La scelta e l'applicazione corretta della paraffina sulla tavola sono elementi fondamentali per un buon surfing, eppure non sempre le viene dedicata la giusta attenzione. La paraffina è ciò che ci assicura aderenza alla tavola e ci evita brutti wipeout. Scegliere la paraffina corretta in base alla temperatura ed alle proprie necessità è imprescindibile per una buon surfing.

Il primo elemento da tenere in considerazione nella scelta della paraffina per il surf è la temperatura dell'acqua. Più l'acqua è fredda più la wax dovrà essere morbida, viceversa più l'acqua è calda e più dovrà essere dura. Normalmente le wax in commercio riportano l'indicazione della durezza e del range di temperatura in cui possono essere utilizzate.
Ecco a titolo di esempio la classificazione delle paraffine quick hump della SexWax, uno dei marchi più diffusi:

Extreme soft: acqua da molto fredda a fredda (meno di 14°)
Extra Soft: acqua da fredda a fresca (da 9° a 20°)
Soft: acqua da fresca a tiepida (da 14° a 23°)
Firm: acqua da tiepida a calda (da 18° a 26°)
Hard: acqua da calda a medio tropicale (da 21° a 29°)
Extra Hard: acqua tropicale (oltre 26°)

LA BASE 

Il primo passo, su una tavola nuova o perfettamente pulita, è stendere la BASE. Naturalmente è possibile anche procedere senza stendere la base, utilizzando direttamente la paraffina di superficie ma il risultato sarà senz'altro peggiore e non durerà a lungo.
In commercio esistono sia paraffine specifiche per essere usate come base che paraffine adatte ad essere utilizzate sia come top coat in acqua calda che come base. Ciò che conta quando si sceglie una base è che deve essere sufficientemente dura da assicurare tenuta alla temperatura attuale dell'acqua. Il vantaggio di stendere una base è di ottenere maggior grip poichè la formula più dura della base risulta più durevole sotto i piedi e trattiene la cera più morbida del top coat impedendone la sfaldatura nei punti più sollecitati.
In questo modo, dopo una session, la base risulta inalterata e così alla session successiva può essere sufficiente aggiungere solo un po' di wax in superfice, dove serve.
Più la cera scelta per la base è dura, migliore e più durevole sarà il risultato, sebbene la stesura richiederà senz'altro un po' più fatica.

Una volta stesa la base si andrà quindi a stendere la wax di superfice, tenendo presente che questa dovrà essere più morbida di quella usata per la base. Sopra una buona base si può stendere una cera molto più morbida e quindi aderente rispetto a qualsiasi formula utilizzabile senza la base.

Ma veniamo a come si applica la cera sulla nostra tavola da surf.


1- PULIRE LA TAVOLA Il primo punto è assicurarsi che la tavola sia perfettamente pulita. Se la tavola non è nuova, prima di applicare la paraffina dovrai valutare se la base già presente è in buone condizioni, oppure se è il caso di sostituirla. Se decidi di togliere la vecchia base lascia la tavola al sole finché la cera non sarà ammorbidita, poi procedi a rimuoverla con un spatola in plastica. Una volta eliminata la cera pulisci la tavola con l'apposito rimuovi paraffina (può andar bene anche dell'olio di mais, meno consigliati invece solventi aggressivi come acquaragia o alcool).


2 – VERIFICARE LA TEMPERATURA Scegli con cura la tua wax in base alla temperatura dell'acqua. Abbi l'accortezza di stendere la paraffina al fresco perchè è inutile stenderla in spiaggia a mezzogiorno in pieno sole.


3 – STENDERE LA BASE Comincia stendendo la base. Impugna il tuo panetto di cera e usando il bordo comincia a stenderlo applicando una leggera pressione, senza fretta, fono a coprire tutta la superficie di azione. La superficie da coprire naturalmente varia secondo il tipo di tavola (vedi foto). Per quanto riguarda la tecnica esistono varie scuole di pensiero. C'è chi utilizza movimenti circolari, chi procede in secondo linee orizzontali e verticali rispetto alla tavola, chi in diagonale. Noi consigliamo uno degli ultimi due. Procedete quindi parallelamente a stendere la vostra paraffina. Prima il lato corto della tavola, almeno un paio di passaggi, poi il lato lungo, e ripetete questo schema fino ad ottenere il risultato desiderato. La paraffina dovrà presentarsi rugosa e dovrà ricoprire completamente tutta l'area interessata.


4. STENDERE IL TOP COAT a questo punto possiamo procedere a stendere la paraffina sopra la base. Il modo di procedere è lo stesso ma faremo meno fatica essendo più morbida... tanto più morbida quanto più la temperatura dell'acqua sarà bassa. Una volta stesa su tutta la superficie è importante spazzolare la cera passando il pettine per paraffina secondo un reticolo di linee in diagonale. A questo punto sei pronto per entrare in acqua.



CONSIGLI
- Per prolungare la durata della tua cera, fai molto attenzione a non surriscaldarla lasciandola ad esempio al sole o in macchina. Usa sempre l'apposita sacca termica per riporre la tavola quando esci dall'acqua.
- Applica un nuovo strato di TOP COAT ogni volta che fai surf.
- Applica nuovamente la base, dopo aver ripulito la tavola dalla vecchia base, ogni 3 mesi circa, o secondo necessità.

LA PARAFFINA PER IL KITESURF: Se utilizzi la wax sul tuo surfino da kitesurf devi considerare che la temperatura di utilizzo riportata sulle paraffine riguarda normalmente l'utilizzo per il surf. Utilizzando la paraffina per il Kitesurf è consigliabile utilizzare una paraffina un po' più dura di quella indicata poiché i piedi (generalmente più caldi dell'acqua), durante una session di kitesurf, restano a contatto con la paraffina per molto più tempo che durante una session di surf.

 

COMMENTI

Autore: Tabularasa

NEWSLETTER

controllo se ci sono attività collegabili

LEGGI ANCHE...

MERCATINO

CONTATTACI