• WildThing2
    WildThing2

WILDTHING2 L'IBRIDO JN AL TEST

Abbiamo provato il nuovo Wild Thing 2 della JN kite, durante il kite trip a Tarifa: una settimana in cui le condizioni sono state davvero le più variabili! Levantino leggero intorno ai 14 nodi con acqua piatta, Levante forte e rafficatissimo di oltre 25 nodi con un po' di onda, e infine Ponente intorno ai 20 nodi, con onde formate e tavola da surf.
Nel complesso le impressioni sono sempre state più che positive... ma andiamo con ordine!

Appena aperta la scatola la vela si presenta con le nuove sacche JN: finalmente più piccole e pratiche di quelle degli anni scorsi, ma sempre pensate per riuscire a trasportare due vele insieme (se ripiegate bene). In dotazione c'è sempre anche la sacca per tenere la vela sempre pronta, con i bladder gonfiati. La barra è come sempre pratica e funzionale: senza troppi fronzoli ma comunque dotata di sistemi di sgancio rapido multipli. Il leash in dotazione è lungo... sufficiente anche per l'HP!
La vela gira sempre molto velocemente, ma soprattutto si caratterizza per l'estrema morbidezza e leggerezza, tipica di tutte le vele JN.

Veniamo all'ala. Il Wild Thing2 è un ibrido, molto più vicino alle caratteristiche dei C-Kite che non a quelle degli SLE. Non ha briglie, ma quinto cavo con attacco a V. I tip sono arrotondati per garantire maggiore velocità di rotazione e l'attacco delle linee è molto alto sulla L.E. (e regolabile) per assicurare maggiore depower.

Una volta in aria, la vela è stabile e trasmette un feeling immediato. Davvero notevole la velocità di rotazione e la reattività. Nei salti è stata una piacevole sorpresa: sembra di avere un paracadute... ti sostiene e fa sempre sentire la sua posizione anche senza bisogno di guardarla. Per quanto riguarda il range devo dire subito che la vela è molto potente (basta considerare che con meno di 14 nodi già iniziavamo a bolinare!!!) ma sventa anche molto, tanto che con il levante rafficato siamo rimasti tranquillamente in acqua fino a ben oltre i 25 nodi (e raffiche intorno ai 30...). Sganciati la vela è esplosiva, ma resta ugualmente stabile.

Riassumendo:
Pro: sicuramente l'ottimo range e la morbidezza della barra uniti alla velocità di rotazione
Contro: l'AR è medio-basso, quindi all'inizio rilanciare la vela dall'acqua non è semplicissimo... ci vogliono almeno un paio di tentativi prima di capire bene come fare, poi però diventa semplice!

COMMENTI

Autore: Vale

Ho incontrato il kitesurf nel 2002 ed è subito stato amore. Qualche anno dopo mi sono avvicinata anche al surf. Quando sono in acqua sono felice e se sei su questo sito probabilmente sai già di cosa sto parlando. Ci vediamo in acqua.