LOVESUP THE GAME 10.8

La nostra vacanza con il SUP gonfiabile

Una vacanza in Corsica, fra mare e montagne, è stata l'occasione per goderci il nostro nuovo giocattolo: il sup gonfiabile Lovesup The Game 10.8. Prima della partenza, vedendo le previsioni di vento e onde, avevamo pensato che forse un SUP avrebbe potuto esserci utile... e menomale!

Quello che ci serviva era qualcosa di abbastanza grande e stabile da poterci portar sopra anche nostro figlio, ma naturalmente volevamo che fosse anche abbastanza maneggevole e non troppo ingombrante. La scelta è ricaduta sul Lovesup The Game 10.8 un allround con un volume di poco meno di 300 litri.

La sacca si presenta bene e soprattutto non occupa troppo spazio nel bagagliaio e non pesa troppo sulle spalle. 

L'idea era quella di trascorrere qualche giorno in montagna, fra trekking, scalate e alla scoperta di qualche fiume e lago di montagna e poi scendere al mare per fare un po' di surf e kitesurf, condizioni permettendo. Considerando il caldo soffocante e l'assenza di perturbazioni in arrivo, una gita in montagna ci sembrava decisamente attraente!

La prima volta che abbiamo gonfiato il nostro nuovo Sup gonfiabile è stato in un bel lago di montagna.

 

Il gonfiaggio è veloce. Onestamente pensavamo peggio!

Un paio di minuti e senza neanche troppa fatica, sono sufficienti per gonfiare il SUP alla pressione consigliata di 15 PSI. Certo ci vuole un po' di energia, un bambino non ci riesce per intenderci, ma un adulto anche non in forma si e comunque potete prenderlo come un piccolo riscaldamento prima di andare in acqua!

Il Lovesup The Game 10.8 ha 3 pinne. Due sono piccole pinne stabilizzatrici integrate. La terza è removibile e regolabile. Non sono necessari attrezzi. Potete scegliere la posizione (più avanti o più indietro) a seconda che cerchiate più maneggevolezza o stabilità e potete anche usare il Sup senza pinna centrale se dovete avventurarvi su acque dolci con poco fondale.

Per prima cosa lo abbiamo provato da soli. Un giretto per il lago a turno, Sergio ed Io, per prender confidenza con il nuovo paddle.

Entrambi siamo rimasti subito piacevolmente sorpresi dalla scorrevolezza di questa tavola. Sotto ai piedi la sensazione non è poi così diversa da quella data da un sup rigido. E in più risulta molto confortevole, anche grazie al pad su tutta la superficie. 

Le dimensioni ne fanno una tavola estremamente stabile: 10.8 x 33 x 5.5  per un volume di 295 litri sono misure che permettono a chiunque di salire e divertirsi da subito, anche se inesperto.

Dopo un primo giretto di ricognicozione abbiamo subito fatto salire Lorenzo e ci siamo avventurati a turno ad esplorare il lago. Lui si è mostrato entusiasta ed estremamente tranquillo, così ci siamo fatti prendere la mano e abbiamo deciso di provarne la portanza salendo su tutti e tre!

Non eravamo sicurissimi che avrebbe continuato a galleggiare con circa 155kg di peso sopra, in totale, invece se l'è cavata egregiamente e così ci siamo finalmente avventurati ad esplorare tutto il lago e il tratto di fiume navigabile che vi si immette.

 

Nei giorni seguenti abbiamo avuto modo di godercelo anche al mare.

Al mare abbiamo usato il nostro Lovesup The Game 10.8 in varie condizioni. Dall'acqua completamente glassy del mattino al chop con un po' di vento del primo pomeriggio, fino alle piccole onde. La tavola resta sempre estremamente stabile e piacevole anche quando inizia a soffiare un po' di vento. Indicativamente fino a 10 nodi il vento si percepisce appena e anche il chop non è affatto fastidioso. Oltre i 15 nodi meglio metter da parte il sup, rigido o gonfiabile che sia, e correre a gonfiare il kite!!!

Per quanto mi riguarda l'acqua salata è sempre la mia preferita e quando poi i colori sono quelli del mare della Corsica, così come della Sardegna o di tanti altre spiaggette del nostro mediterraneo, scivolarci sopra con un sup è una cosa che mi lascia sempre senza fiato. Amo starmene sulla tavola che scivola silenziosa, come sospesa su questa distesa di acqua cristallina, godermi la vista dei pesci poco sotto la superficie dell'acqua e più di ogni altra cosa amo fermarmi all'improvviso e tuffarmi per raffrescarmi. 

Ma naturalmente dopo un po' di placido relax navigando fra calette e spiaggette poco affollate, potevamo non cercare qualche ondina da surfare?

Certo che non potevamo trattenerci! 

Nonostante le previsioni di tutto rispetto di MSW, lo swell non è arrivato e quindi le tavole da surf sono rimaste a riva. Ne abbiamo però approfittato per provare il sup su ondine troppo piccole per esser surfate con la tavoletta da surf.

Come si comporta un sup gonfiabile sulle onde?

In realtà anche questa volta devo dire meglio del previsto. Certo la maneggevolezza non è il suo forte e se non vi chiamate Airton probabilmente non riuscirete a fare un off the lip. Con un sup gonfiabile come questo Lovesup The Game 10.8 quello che si riesce a fare bene è prendere l'onda e mettersi in parete.... scusate se è poco! La tavola si mantiene bella stabile e rigida. Non flette e prende subito velocità. In pratica con 20cm di ondina estiva vi potete già divertire.

Chiaramente se volete effettivamente surfare le onde è necessario rivolgere l'attenzione a modelli più piccoli e maneggevoli, ma se cercate un buon tuttofare che vi porti ovunque, magari in compagnia, una tavola come questa è probabilmente la scelta più adatta!

Il Sup è stato il vero protagonista di questa vacanza, ci ha permesso di esplorare specchi d'acqua, allenarci e soprattutto divertirci tutti insieme. In quest'ottica un gonfiabile è secondo noi la scelta migliore perchè offre ancora più possibilità di divertimento essendo facile da usare e trasportare ma soprattutto ci siamo accorti di come sia perfetto per avvicinare i più piccoli, in sicurezza, al mare e magari al surf... 


COMMENTI

Autore: Vale

Ho incontrato il kitesurf nel 2002 ed è subito stato amore. Qualche anno dopo mi sono avvicinata anche al surf. Quando sono in acqua sono felice e se sei su questo sito probabilmente sai già di cosa sto parlando. Ci vediamo in acqua.