EN

KITESURF

Core Kiteboarding GTS2 7mq

Fin dai primi bordi il Core GTS2 da la sensazione di avere fra le mani una fuoriserie... ma andiamo con ordine.

Il Core GTS 2 è un kite che Core definisce come future C: una evoluzione dei C kite che si presenta con un profilo leggermente più aperto. 5 strut, tips quasi dritti, briglie corte.

A terra, come sempre, il Core colpisce per la qualità dei materiali e la cura maniacale dei dettagli.

Il kite ha un sistema di trimming completo che permette di personalizzare sia la pressione sulla barra che la velocità di rotazione (la nostra configurazione preferita è stata con pressione sulla barra intermedia e minore velocità di rotazione).
In aria il GTS2 non lascia dubbi sul perché Core lo abbia definito il kite più radicale che abbiano mai realizzato: velocissimo ed esplosivo. La sua leggerezza sulla barra unita all'incredibile velocità e reattività ai comandi mettono voglia di fare un kite-loop dopo l'altro. Rispetto al precedente modello del GTS oppure del RIOT, sono più le differenze che le similitudini. Questa nuova versione del GTS è meno fisica e più tecnica nella conduzione.

Il range di vento è certamente più ampio di un C-kite tradizionale ma più ristretto rispetto ad esempio al RIOT.

Nei salti agganciati il GTS2 dimostra notevoli qualità di lift ed hangtime, ma è da sganciato che sorprende per la maneggevolezza e morbidezza che riesce a mantenere, unite ad un pop davvero esplosivo.

Ma il Core GTS2 non è solo una macchina da freestyle. La sua velocità di rotazione e la precisione nella risposta ai comandi ne fanno anche un'ottimo kite per i waveriders più aggressivi, in particolare per chi predilige surfate potenti con strap.

 

Consigliato ai kiters più esperti alla ricerca di un kite aggressivo, divertente e ancora capace di emozionare.

Sconsigliato ai principianti.

Pubblicato il 31 agosto 2013 | Blog > Test: KITESURF

SCARICA APP