HAMATA NOVEMBRE 2010

Il mio kitetrip ad Hamata

Un utente del sito ci racconta il suo kitetrip ad Hamata in Egitto

Ciao sono tornato da una settimana da Hamata (Egitto) dove ho fatto una

settimana di kite.

Grazie alla "crisi che stringe l'Europa e l'Italia" non ho trovato un buco negli alberghi

vicini allo spot.

Allora ho deciso di alloggiare presso il camp che i gestori del Kite Village

(www.kitevillage.com) hanno allestito 300 metri dietro lo spot.

Sistemazione spartana ma pulita, mangiare ottimo e gentilezza non sono

mai mancati.

La spiaggia e' riservata solo ai kiters ed e' attrezzata con spazi all'ombra con lettini

e sedie, un bar dove si puo' mangiare e bere dell'ottima birra.

In mezzo tanto spazio per montare le vele, sempre assistiti dai ragazzi del centro 

che ti aiutano a uscire e rientrare tutte le volte che vuoi.

Il costo per utilizzare la spiaggia e tutti i confort, doccia e servizi compresi, e' di 60

euro alla settimana.

 Il centro dispone di ali delle marche migliori ed essendo un centro Nobile ho

avuto la possibilità di provare tutte le tavole della gamma (ottima la T5 137 x 42).

Lo spot e' un'enorme laguna di sola sabbia, di qualche chilometro quadrato con

acqua bassa 70/80 centimetri anche a piu' di un chilometro dalla costa.

Sotto vento al centro c'e' una zona dedicata ai corsi, di fronte la zona di partenza e

arrivo e sopravento con 3/4 bordi si fa kite vicino alle mangrovie ed a un tipico

albero dentro un' acqua cristallina.

Lo spazio e' veramente tanto ed e' difficile darsi fastidio anche per chi fa salti e ogni

altra acrobazia.

Il vento e' side shore da sinistra e per mia fortuna c'era dalla mattina alla sera.

La mattina con 15/16 nodi usavo la 11 e il  pomeriggio quando saliva anche fino a

20 usavo la 9.

Lo posso consigliare a tutti soprattutto ai principianti.

Se avete domande....

ciao


COMMENTI

Autore: giza

ciao

CONTATTACI