• gk-010.jpg
    gk-010.jpg

KITE GK SONIC

Le mie impressioni iniziali riguardano la sicurezza che le Gk offrono: sapere di poter lasciare andare la barra, in modo che la vela non tiri più, è una grande tranquillità.
Inizialmente, devo ammetterlo, io mi sono trovato un po’ in difficoltà, in quanto le GK sono estremamente sensibili ai comandi, ma appena presa la mano è veramente una goduria poter giocare con il boma dando o togliendo potenza alla vela a piacimento, semplicemente allontanando le braccia dal corpo.
La spinta in partenza è un po’ inferiore rispetto a quella dei kite tradizionali ed è meglio prendere un po’ di velocità prima di stringere la bolina, ma appena raggiunta la planata il kite può rimanere fermo in posizione di andatura dosando la potenza solo tirando o spingendo la barra … e attenzione la potenza da liberare è veramente tanta.
Con venti  rafficati il GK dà il meglio di sè, rivelandosi particolarmente comodo perché non ha la battuta fissa, quindi si può utilizzare una maggiore escursione delle braccia depotenziando molto più di altri kite e ridando potenza in maniera istantanea non dovendo utilizzare continuamente la fettuccia.

Nel complesso le mie impressioni sono veramente positive: la più grande qualità di queste vele secondo me dopo la sicurezza è la comodità di gestire la potenza a nostro piacimento.Per riassumere: provare le GK è come provare per la prima volta una macchina con il servosterzo. All’inizio non da una buona impressione … ma dopo non se ne può più fare a meno.
La prima volta, il mio consiglio è di prendersi qualche minuto in spiaggia per capire bene come si muovono queste tipologie di vele. Per esempio con vento leggero si comportano in maniera più simile ai cassonati: vogliono volare allo zenith e non a bordo finestra.
Forse le prime uscite non saranno veramente appaganti, ma non preoccupatevi: dopo 3/4 uscite il divertimento è assicurato.


COMMENTI

Autore: Vale

Ho incontrato il kitesurf nel 2002 ed è subito stato amore. Qualche anno dopo mi sono avvicinata anche al surf. Quando sono in acqua sono felice e se sei su questo sito probabilmente sai già di cosa sto parlando. Ci vediamo in acqua.