FACEBOOK | CIAO AREA PERSONALE [ ESCI ]

Viaggi

kitetour | |

KITESURF A DAHKLA MARZO 2006

Kitesurf a DAHKLA Marzo 2006
Kitesurf a DAHKLA Marzo 2006
Kitesurf a DAHKLA Marzo 2006
Kitesurf a DAHKLA Marzo 2006

Casablanca vista dai finestrini di un taxi nelle cinque ore di attesa della coincidenza con l'aereo per Dakhla, e' profondamente diversa dalle grandi citta' del Nord Africa che abbiamo gia' visto, la popolazione e' ospitale ed efficiente, per i parametri africani, ed una visita alla Moschea della citta' mette la nostra anima subito sulla giusta lunghezza d'onda nei confronti di questo popolo, fiero e selvaggio insieme

10/1 Arriviamo alle tende tagliando il buio del deserto, con la scorta di Tarek e Rachid, factotum e manager del campo ed il primo pensiero sul vialetto illuminato dalle lanterne e' che servirebbe un 8 per il vento e gli occhiali per guardare il cielo, tanto brilla di stelle..che subito il pensiero va alla sacca con le attrezzature ed in un attimo tutti i dubbi e le incertezze sono esauriti,ho un 8 un 10 ed un 12 e sono in Marocco, con il solo scopo di utilizzarli

10/2 Elena e Max due istruttori iItaliani che vivono sul posto ( maxpiona@hotmail.com +21277120934 ) ci illustrano le comodita' del campo,le docce a temperatura ambiente alimentate ad acqua sulfurea, con il tipico odore delle acque del deserto e le tende ristoro e relax; La accoglienza ed il vitto al campo sono assolutamente di ottimo livello e non avrete bisogno altro che di una felpa con il cappuccio per la sera

10/3 Organizzando il viaggio per Dakhla non dovrete lottare con la franchigia del Vostro bagaglio, perche terrete addosso tutta la settimana le due stesse cose con cui vi fara' piu' piacere vestirvi, entrando nello spirito di adattamento del campo,l'aria e' particolarmente asciutta, ed il continuo sdraiarsi da un cuscino all'altro non stimola nessun tipo di fronzolo ed abbellimento inutile ed inadatto al luogo. 10/4 Dopo una lunghissima session con la 10 nella acqua piattissima della laguna di acqua salata( delle dimensioni del Lago di Garda )che si forma a causa della marea davanti al campo, ci lasciamo cadere semisvenuti sui cuscini sotto la tenda grande, sperando in una simile esperienza anche per l'indomani,e mentre il vento continua ininterrottamente a soffiare Max ci propone la prima gita,un down wind di circa 9 miglia alla duna bianca

10/5 Organizzazione efficentissima,a dimostrazione un recupero in un punto incredibile del percorso, quando Enrico distrugge il suo 11 e dal nulla appare il fuoristrada di Tarek, che carica tutto e lo accompagna alla duna incredibilmente bianca ed incredibilmente solitaria.Per altri quattro interminabili giorni il ritmo e' scandito dalla marea e dalla costante presenza del vento, leggero al mattino e forte e costante al tramonto..i colori sono indescrivibili..

10/6 Questa mattina il vento leggero e la marea bassa ci consigliano un gita fuori porta e cosi accompagnati da Dahhal il taxista entriamo a Dakhla, ultimo avamposto militare prima del confine con la Mauritania.La lunga guerra indipendentista da parte del popolo del Sahara occidentale ha reso la zona fortemente militarizzata anche se in compenso ha portato alla presenza dell'aereoporto, che in effetti e' poi la fortuna del luogo stesso.

10/7 Una nota particolare all'artefice di tutto questo, Rachid Roussafi winsurfista, atleta di spessore internazionale ed olimpionico per il proprio paese,che a differenza di tante situazioni come questa,nelle quali ci sono degli stranieri a sfruttare le opportunita',si occupa del campo.Rachid e' Marocchino e penso abbia un amore ed un rispetto per la natura del luogo profondo e diverso,da chi puo realizzare una cosa del genere pensando esclusivamente al business.Ci racconta nelle lunghe serate dopo cena,che ha vissuto per lungo tempo a Maui,ma un giorno ha sentito il bisogno di tornare nel deserto,e scoperta Dakla ha vissuto da solo in tenda sul luogo per cinque lunghi anni,in attesa delle autorizzazioni necessarie per realizzare il suo sogno.

10/8 Ultimo giorno,un'altra interminabile session dopo aver approfittato della disponibilita' di Tarek per farci accompagnare ( chiaramente in 7 con le attrezzature ) con lo storico Toyota del campo all'inizio della laguna dove l'acqua e' cristallina e piattissima, valutiamo con malinconia che sara' il nostro ultimo tramonto al sole di Dakha, ed anche il dopocena scorre via tra ricordi di gite passate e soprattutto con una riunione di gruppo sotto le stelle..luminose piu ' del solito, forse per imprimerci bene il loro ricordo nella mente..ed a notte gia' fatta via verso la realta'.. 11/8 NOTIZIE UTILI: AIR MAROC volo di linea tutti i giorni da Casablanca, collegamento con Bologna, comodo ed economico. Puo' succedere che a ritorno dovrete passare una notte a Casablanca, in attesa della coincidenza. La moneta locale e' il Dhiram che si cambia a 10 circa sull'euro, dovrete un poco trattare, ma tutti i prezzi sono abbastanza economici. La corrente al campo e' fornita da un generatore, potete quindi portare il telefono ( rete locale IAM prende ovunque ) ed il p.c. ma appena accendono il generatore cercatevi una presa nella tenda ristoro, perche sono poche e sempre occupate, ma sinceramente sono il solo problema relativo alla permanenza al campo..quindi..a presto saperVi al sole del Marocco.. www.royalairmaroc.com www.dakhla-attitude.com www.hollywind.com Rachid Roussafi +212 66077350 Dahhal +212 61766056

COMMENTI

Autore: kitetour

NEWSLETTER

controllo se ci sono attività collegabili

LEGGI ANCHE...

MERCATINO

CONTATTACI