FACEBOOK | CIAO AREA PERSONALE [ ESCI ]

Tecnica

Tabularasa | |

KITESURF ATTREZZATURA - TAVOLE KITEBOARD

Kitesurf Attrezzatura - Tavole kiteboard
Kitesurf Attrezzatura - Tavole kiteboard
Kitesurf Attrezzatura - Tavole kiteboard
Kitesurf Attrezzatura - Tavole kiteboard
Kitesurf Attrezzatura - Tavole kiteboard

Le tavole usate nel kitesurf (kiteboard) si dividono in due grandi categorie monodirezionali o bidirezionali (twin-tip). A metà strada fra queste due tipologie stanno le così dette Mutant, tavole che coniugano caratteristiche di un gruppo e dell'altro ma che non sono molto diffuse. In linea di massima possiamo dire che le tavole da kitesurf direzionali sono utilizzate per surfare le onde, la velocità o le lunghe distanze mentre le tavole da kitesurf twintip sono usate prevalentemente per il freestyle.

Le tavole da kitesurf, quindi possono essere: Mono direzionali (surf o race) o Bi direzionali (twin tip)

EVOLUZIONE delle tavole da Kitesurf

Così come le vele, anche le tavole da kitesurfing hanno visto negli anni una notevole evoluzione che ha riguardato sia la forma (lo shape) che i materiali utilizzati. Le primissime tavole erano spesso tavole da surf o da windsurf ri-adattate all'uso con vele da kitesurf. Rapidamente la misura delle tavole da kite ha cominciato a ridursi e sono state prodotte le prime tavole da kitesurf bidirezionali (dette appunto twintip) ispirate al wakeboard. Parallelamente la costruzione ha subito notevoli evoluzioni.

La maggior parte delle tavole impiegate oggi nel kitesurf sono proprio del tipo "TwinTip" (bidirezionali o anche semplicemente bidi), cioè tavole simmetriche (o quasi) che permettono di andare indifferentemente nei due sensi, senza dover cambiare piede come invece accade nelle tavole direzionali dopo un cambio di direzione. Per questo motivo le tavole TwinTip non sono usate solo per le manovre freestyle ma anche per imparare ed in generale nella maggior parte delle condizioni dalla maggioranza dei riders.

Il 2003 è l'anno decisivo per lo sviluppo delle tavole da kitesurf. Nel 2003 sono state sviluppate (e messe in commercio nel 2004), contemporaneamente da Nobile Kiteboarding e North Kiteboarding, le prime tavole da kitesurf costruite con la stessa tecnologia sandwich già utilizzata per gli snowboard che ha significato tavole drasticamente più sottili e più resistenti. L'introduzione della costruzione tipo snowboard, con anima in legno (o altro materiale), laminatura in resina e bordo in ABS è stata l'innovazione più significativa per quanto riguarda le tavole da kitesurf. 

Negli anni seguenti l'evoluzione ha riguardato i materiali utilizzati e lo shape delle tavole che hanno adottato carene concave o channel e sagomature differenti per rispondere ad esigenze diverse, ma nessuna altra innovazione è stata così decisiva. Le tavole utilizzate oggi nel Kitesurf sono molto più leggere e resistenti delle loro antenate. Inoltre la forma e le dimensioni hanno seguito una loro evoluzione. Nei primi anni la tendenza fu per un certo periodo ad utilizzare tavole via via più piccole, anche per compensare la potenza spesso ingestibile delle ali. Questa tendenza ha subito una inversione quando le ali hanno cominciato ad essere più gestibili anche nel vento forte e tecnologie come il concavo hanno reso le tavole più controllabili anche sotto raffica.

Shape e misura delle tavole da kitesurf variano in funzione del peso del rider, del vento e dell'ala usata, e della specialità.  

Tavole TWIN TIP (Bi-direzionali)

Le tavole da kitesurf Twin-tip si dividono in 3/4 tipologie principali: 

- Tavole Freeride: si tratta di tavole polivalenti e confortevoli in andatura, pensate per chi ama fare un po' di tutto, dai bordi tranquilli alle acrobazie. In genere hanno una larghezza di circa 39-40cm, un profilo non troppo spigoloso, un flex da intermedio a morbido.  Sono tavole che permettono raggi di curvatura stretti, confort in andatura, maneggevolezza e velocità.

- Tavole Freestyle: sono tavole progettate prevalentemente per saltare, quindi il loro principale obiettivo è fornire la spinta giusta nei salti ed un buon ammortizzamento negli atterraggi. In genere hanno una larghezza di 40-42cm, un flex più rigido e soprattutto ottimizzato per dare più spinta nei salti. 

- Tavole Wakestyle: sono tavole progettate per manovre tipo wakestyle. L'obiettivo principale è la spinta, anche a scapito di comfort, maneggevolezza o delle doti di bolina. Possono essere anche molto larghe, per offrire più superfice durante gli atterraggi violenti e possono essere montate con strap o binding (attacchi tipo wakeboard dove il piede resta bloccato).

- Tavole Light Wind: Le tavole TwinTip da vento leggero sono spesso semplicemente tavole molto, molto grandi. Negli ultimi anni sono state sviluppate tavole da free-ride specifiche che restano maneggevoli, divertenti e leggere nonostante la superfice. Molto spesso questa tipologia coincide con le tavole da principianti, che sono facilitati dalla maggiore superfice, ma altre volte si tratta di tavole altamente tecnologiche sviluppate con materiali e costruzioni all'avanguardia.

Tavole Mono Direzionali 

Le tavole monodirezionali si dividono a loro volta in due tipologie principali: SURF e RACE.

Le tavole direzionali Surf sono tavole molto simili ad una tavola da surf, utilizzate per surfare le onde con il kite. La dimensione e lo shape deve essere scelto in funzione del peso del rider, delle condizioni di vento ed onda e dell'ala da kite utilizzata (in genere si considera 1 o 2 taglie in meno rispetto ad una tavola da surf che potrebbe essere usata in condizioni analoghe).

Rispetto alle tavole da Surf da onda, le tavole direzionali da kitesurf hanno in genere una costruzione più resistente, poiché devono poter sopportare salti e vibrazioni dovute all'andatura, inoltre il loro shape deve permettere di bolinare. In più le tavole da kitesurf direzionali hanno in genere la possibilità di montare le strap.

Le tavole direzionali Race sono tavole progettate per le regate, ma che stanno prendendo sempre più piede anche al di fuori delle competizioni. Queste tavole hanno un volume notevole, poppa molto ampia, pinne angolate e grandi. Queste caratteristiche si traducono in tavole che bolinano con minimo sforzo, planano prestissimo e sono estremamente stabili anche a grandi velocità.

PAD e STRAP

Pad e strap sono l'equivalente degli attacchi per lo snowboard. A seconda dello stile o del modello della tavola questi possono essere molto diversi, o perfino non esserci affatto. Le tavole direzionali sono spesso usate anche senza strap ed ultimamente anche alcune twintip che si ispirano agli skateboards sono prive di strap. All'estremo opposto abbiamo tavole twintip di ispirazione wakeboard che montano attacchi in cui il piede è infilato più stabilmente.

PINNE

Le twin tip hanno generalmente 4 pinne di una misura che può variare fra i 3 ed i 7 cm. Le tavole direzionali invece hanno di solito 3 o 4 pinne di lunghezza in genere intorno ai 6 – 10cm. 

Altro accessorio spesso presente sulle tavole twin tip è la maniglia al centro della tavola che serve sia ad agevolarne il trasporto che per l'esecuzione di certe figure di freestyle come il onefoot o il nofoot.

LEASH

Il Leash è un accessorio che merita un approfondimento.

Il leash della tavola è una cima che serve a collegare la tavola al rider per evitare di perderla quando cade. Il problema è che dopo una caduta il rider viene generalmente tirato avanti dalla vela, così il leash si tende e crea un effetto fionda con la tavola che, quasi inevitabilmente, va a colpire il rider con forza nella parte che emerge dall'acqua (la testa quindi perché il rider è caduto). Dato l'evidente pericolo connesso all'uso del leash e l'incredibile numero di incidenti avvenuti con queste modalità, il leash oggi è quasi del tutto abbandonato (fortunatamente). Sopravvivono alcuni leash avvolgibili, con un meccanismo cioè che dovrebbe evitare l'effetto fionda (ma il condizionale è d'obbligo) e

L'uso del leash resta necessario solo in alcune circostanze wave con la tavola da surf strapless e cioè quando ad esempio si deve surfare molto vicino ad un reef o quando lo spot è molto affollato ed una tavola che vaga per il mare può costituire un pericolo per altri.

COMMENTI

Autore: Tabularasa

NEWSLETTER

controllo se ci sono attività collegabili

LEGGI ANCHE...

MERCATINO

CONTATTACI