FACEBOOK | CIAO AREA PERSONALE [ ESCI ]

Test

Sergio | |

NORTH RHINO 2009 10MQ

North RHINO 2009 10mq
North RHINO 2009 10mq
North RHINO 2009 10mq
North RHINO 2009 10mq
North RHINO 2009 10mq

Il North Rhino è ormai un super classico, una delle vele che ha scritto la storia del Kitesurf. Abbiamo avuto modo di provare la versione 2009 nella misura 10mq, durante il nostro recente trip in Sardegna, insieme al North Evo 9mq ed al Vegas 14mq.

La vela si presenta con la stessa sacca, comoda e spaziosa delle altre. Sulla sacca sono riportati modello, taglia e, piccolo dettaglio che mi è piaciuto, diagramma delle specialità cui è dedicata la vela, quindi nel caso del Rhino Race, Free-ride e Freestyle old school.

I materiali sono di qualità. Ottime cuciture, rinforzi dove servono. La struttura della vela è irrigidita dall'ormai noto sistema di stecche semi-rigide (estraibili per il trasporto).

Il gonfiaggio è One-Pump.

La prima cosa che salta agli occhi è l'assenza del bladder centrale. Non si tratta però di una novità essendo una scelta già fatta nel 2008 e che si ritrova anche nel Rebel e in vele di altri brand. Questa scelta conferisce maggiore portanza alla vela (cioè le permette di prendere più vento nella parte centrale), aumentandone la potenza anche nel basso del range di vento, ed al tempo stesso ne aumenta la capacità di depower. Non solo, l'assenza del bladder centrale ne migliora anche la stabilità in volo.

La barra è come sempre comoda, si impugna bene e le linee sono di ottima qualità. Il Rhino 2009 può volare sia in configurazione 5°linea che a 4 cavi, sebbene north stessa sembra propendere per il settaggio classico a 5 linee ed è infatti così che anche noi lo abbiamo testato.

Abbiamo usato il Rhino prevalentemente nelle nostre uscite a Porto Pollo e Vignola con condizioni di acqua piatta e vento rafficato (per lo più intorno ai 15-20 nodi, con punte in qualche occasione di 25 nodi),  e sempre con tavole twin tip di aboards (la Z series da free-ride e la X series da free-style).

La vela ha dimostrato di avere un buon range di vento e permette di planare presto, in relazione alla sua misura. In andatura la vela si comporta molto bene, il kite è molto veloce e fluido e la sensazione è quella di avere fra le mani un C-Kite. Sulla barra è leggerissima ma mai assente e risponde in modo preciso e veloce ai comandi. Il freeride è il suo pane, non stanca e non impegna tanto. Il tiro a bordo finestra non è la sua principale prerogativa, ma comunque ha una buona bolina, permette di risalire il vento e tenere il bordo agevolmente anche quando il vento cala.

Nei salti (agganciati), una volta che ci si è presa la mano si comporta molto bene: il lift è davvero eccezionale e gli atterraggi sono morbidi.

In un-hooked la vela diventa molto tecnica, devi prenderci la mano e cercare di eseguire la manovra in modo sicuro e preciso. Non permette molti errori. Essendo una vela nata per il freeride e per i saltoni tende a tirare parecchio anche da sganciata e questo può disorientare all'inizio, ma se la manovra è eseguita come si deve da molte soddisfazioni.

Ho usato la vela solo sporadicamente durante le uscite a Marina delle Rose, spot wave, con surfboards, essendo l'Evo 9mq sicuramente più adatto alle condizioni dello spot. Posso quindi solo rilevare la notevole velocità dell'ala, la stabilità in aria, ma anche la sua potenza.

Conclusioni.

Per nostra fortuna abbiamo avuto vento forte per tre giorni consecutivi e questo ci ha portato a privilegiare le vele più piccole che avevamo, a discapito di questa vela che probabilmente avremmo potuto e dovuto provare di più. Il Rhino è sempre stato un punto di riferimento nel mondo del kitesurf ed è sempre stata apprezzata per le sue caratteristiche performanti.

Si tratta di una vela ideale per rider di buon livello che si dedichino prevalentemente al freeride/freestyle old school: lunghe uscite in mare con le condizioni più variabili (anche di vento veramente forte) e saltoni sparati davvero in alto.

La sensazione che ci ha dato è che il rhino non vuole essere una vela adatta a tutti i rider. Principalmente non è una vela per principianti, ma neppure per kiters occasionali e con poca esperienza. Con questo non voglio dire che la vela non può essere usata da tutti, ma che i kiters più esperti potranno apprezzarne al meglio le caratteristiche e le sue performance che sono davvero di tutto rispetto.

COMMENTI

Autore: Sergio

NEWSLETTER

controllo se ci sono attività collegabili

LEGGI ANCHE...

MERCATINO

CONTATTACI