• Skipass2007
    Skipass2007
  • Skipass2007
    Skipass2007
  • Skipass2007
    Skipass2007
  • Skipass2007
    Skipass2007
  • Skipass2007
    Skipass2007
  • Skipass2007
    Skipass2007

SKIPASS 2007 - IL REPORT

Per l’ennesima volta il Tabularasa team ha presenziato alla edizione 2007 di Skipass,la fiera degli sport invernali e del freestyle.

Nella giornata di venerdì 2 Novembre apertura dei cancelli prevista alle ore 15 e ingresso omaggio (che non fa mai male!).Arriviamo all’uscita dell’autostrada Modena nord e ci troviamo di fronte alla prima scenetta simpatica (o scenata patetica),un autotreno di surgelati Aia (dove c’è Aia c’è gioia dice la pubblicità…)stringe conto il new jersey un maggiolone,il proprietario di quest’ultimo scende,apre il bagagliaio tira fuori una mazza da carpentiere modello triple H del wrestling e la va brandendo conto il camionista salvo poi quando quest’ultimo scende dal tir,l’esagitato in questione si limita a fare una foto alla targa del mezzo pesante e la cosa finisce lì…Risultato? Abbiamo perso tempo prezioso per nulla…Parcheggiamo sopra una rotonda per evitare la fila ci buttiamo giù dal ciglio della strada e comincia la nostra giornata fieristica.

Poche novità rispetto alle passate edizioni tra tutte la scomparsa dello skatepark al chiuso e la sua ricollocazione nell’area esterna dove alcuni biker hanno scaldato gli animi della folla chiudendo trick a manetta e con alto tasso di difficoltà.In effetti fa piacer vedere che ogni anno i riders nostrani qualunque sia la disciplina (snow,skate,fmx o bmx) riescono a raggiungere un livello sempre più alto portandosi ai vertici nei vari ranking di categoria nonostante la penuria cronica di strutture in Italia rispetto al resto dell’Europa per non parlare degli States.

Nel Padiglione B alcune delle più famose aziende produttrici di snowboards hanno presentato le loro novità (con diversi assenti illustri e...francamente ce ne aspettavamo un po' di più). Toccando con mano ci accorgiamo che siamo arrivati, grazie ai nuovi materiali e tecnologie sempre più avanzate ad avere un livello qualitativo veramente alto rispetto anche a pochi anni fa, cosa che si nota ancora di più nelle varie discipline. Rispetto a una volta ci sono meno tavole ibride o polivalenti,mentre le tavole specifiche (fr – fs-park) adottano sempre più accorgimenti per andare incontro ai rider più esigenti e agevolarli nelle loro manovre che sia ollare sopra un rail,spararsi un jump di 20 metri o buttarsi da un crostone in fresca.

Nel padiglione C quello dedicato allo shop per intenderci come al solito un gran macello…La mancanza di neve e di acquisti della stagione scorsa si è fatta sentire,all’interno dei vari negozi era presente parecchio materiale liquidato a basso costo, ma non da tutti. Qualcuno comincia ad approfittarsene esponendo attrezzatura stagionata e giocando un po’ troppo con i cartellini indicando secondo me prezzi di listino assurdi arrivando a prezzi finali scontati non troppo convenienti..

Arriviamo a fine giornata classico panino con salsiccia,caldarroste accompagnate con vin brulè e torniamo a casa per godere del meritato riposo.

Ah dimenticavo, Valentina ha deliziato la platea esibendosi in un portentoso “limbo” organizzato dallo stand della “Malibù vincendo tre bevute gratis,una maglietta e una borsa…Di fronte a simili prestazioni i back-flip realizzati con le moto dalla “Da-boot crew” di fmx non sono veramente niente…BRAVA VALE!!


COMMENTI

Autore: mizio

L'alcool uccide lentamente... Ma tanto noi un s'ha furia!!