EN
  • freestyle.jpg

SNOWBOARD

Snowboard: la guida basic - parte 1

Qual'è il tuo stile?

Ecco la prima parte del piccolo bignami per orientarti fra termini tecnici e scelta dell’attrezzatura di base per non farti cogliere impreparato nelle conversazioni fra amici o dal negoziante che sta cercando di affibbiarti tutto quello che gli è rimasto in magazzino! Cominciamo con un breve approfondimento su cosa sia lo snowboard, quali le discipline riconosciute e le loro principali caratteristiche, argomento sempre difficile poiché nei fatti le distinzioni sono tutt’altro che nette. Freestyle: rappresenta l’anima hard core dello snowboarding. Qui non c’è uno stile rigido e precodificato ma ognuno interpreta e inventa nuovi trick e nuove figure in park come in pipe fra salti, rotazioni e rails. All’inizio le manovre erano direttamente derivate dall’Sk8 ed erano effettuate senza strutture costruite ad hoc. Poi sono arrivati gli snowpark, veri e propri parchi giochi sulla neve che permettono di scegliere fra kickers, spine, rails, funbox e quarters di tutte le misure fino a rampe con flat impressionanti di 25 o perfino 30 metri!!! L’half-pipe è la vera consacrazione del freestyle: i rider eseguono le loro manovre in successione su entrambi i muri del mezzo tubo di neve che ha una pendenza che arriva anche al 17%. Man mano che la velocità aumenta le uscite si fanno sempre più alte e le manovre più radicali. Freeride Probabilmente questa è l’essenza stessa dello snowboard, la massima espressione di libertà possibile che si manifesta soprattutto in neve fresca, fuori dalle piste battute. Scendere i pendii della montagna seguendo un proprio percorso, affrontare gobbe e jump naturali, sentieri fra i boschi e aperte vallate, sempre immersi nella natura. La discesa sul fianco di una montagna carica di powder è una sensazione paragonabile solo al surf: la tavola che galleggia su un’immensa distesa bianca, le carvate che si fanno fluide e leggere, il silenzio tutt’intorno… Sensazioni forti che difficilmente si dimenticano ma che sono costantemente al limite del pericolo. La montagna è pericolosa. Non si può pensare di dominarla. Bisogna conoscerla e rispettarla per evitare tragici incidenti. Le regole sono semplici: Mai fuori pista da soli e possibilmente accompagnati da una guida del posto. Informarsi sempre sulle previsioni meteo Munirsi di attrezzatura e abbigliamento adatto (indispensabile un rilevatore da valanga - arva)

Pubblicato il 01 dicembre 2006 | Blog > Tecnica: SNOWBOARD

CONTINUA A LEGGERE

Snowboard: la guida basic - parte 3 - la scelta della tavola

Ormai ci siamo quasi, questione di qualche settimana e apriranno gli impianti. Allora il popolo della tavola si riverserà ancora una volta sulle nevi delle nostre montagne e immancabili arriveranno in redazione le domande dei principianti su quale sia la tavola più adatta a loro…

Snowboard: la guida basic - parte 4 -scegliere gli attacchi

In commercio attualmente esistono tre diverse tipologie di attacco: SOFT sono i più diffusi, si usano con scarponi softHARD usati sulle tavole alpine, si possono usare con scarponi da sci (in molti hanno cominciato così), da scialpinismo o appositi scarponi hard da snowSTEP-IN un'invenzione

Snowboard: la guida basic - parte 5 - montare gli attacchi

Di fondamentale importanza, una volta acquistati gli attacchi, è montarli coerentemente all’utilizzo che intendiamo farne ed alla nostra naturale predisposizione al riding. Regular o Goofy : Lo stance altro non è che la posizione che acquisite sulla tavola; sia essa uno skate, un

SCARICA APP