WING SKATE

Attrezzatura e consigli per iniziare

Il Wing skateboarding è un nuovo e super divertente modo per surfare l'asfalto sfruttando la trazione di una vela da Wing surfing. 

Il Wing in realtà non è ormai novità assoluta, e non nasce per l'utilizzo su terra ma in acqua, dove si è già ampiamente affermato. Il bello delle ali Wing però è che sono molto versatili e si prestano bene ad essere usate non solo in acqua, ma anche su terra o magari su neve o ghiaccio. E se vi state chiedendo perchè mai dovreste usare un Wing con il vostro skate vi diamo ben 3 buoni motivi per fare wing skateboarding:

1. Per divertirvi con la vostra ala da Wing anche lontano dal mare, cosa non da poco durante questi ripetuti lockdown

2. Per allenarvi al Wing foiling provando a terra andature e manovre prima di andare in acqua

3. Per toccare con mano le potenzialità di queste nuove vele, capire perchè stanno avendo questo enorme successo e perchè è divertente e non particolarmente difficile... credeteci!

Provare il wing in acqua non è così divertente le prime volte perchè difficilmente riuscirete a far sollevare la tavola e fare bordi con il wingfoil da subito. Molti provandolo direttamente in acqua non ne colgono immediatamente le potenzialità e faticano ad immaginare la magia di navigare sospesi a mezzo metro sopra l'acqua, nel silenzio più assoluto, surfando ed inseguendo piccole onde morbide.  Tutto questo risulta invece più facile ed evidente con una tavola da surfskate sotto ai piedi.

Provate anche solo una mezz'ora un wing con uno skate e vi si aprirà un mondo di possibilità... siamo certi che anche voi diventerete dei wing-addict e non potrete più farne a meno.

 Se vi abbiamo convinto vediamo più da vicino quale attrezzatura scegliere e qualche consiglio per iniziare con il wing skate. Per poter fare wing skateboarding avrete bisogno, ovviamente, di un'ala Wing e di uno skateboard. Oltre a questo è consigliabile usare un caschetto, delle protezioni e scegliere uno spot adatto... ma andiamo con ordine. 

 

WING

Le vele da Wingsurfing sono realizzata con la stessa tecnologia delle ali da kitesurf e non è presente alcuna parte rigida. La rigidità è garantita dai tubolari gonfiabili o in rari casi da un boma rigido. La vela viene tenuta direttamente con le mani, attraverso delle maniglie presenti sul boma (solitamente gonfiabile) e assicurata con un piccolo leash al braccio per evitare che voli via se per qualche motivo abbandonate la presa.

Come nel caso di qualsiasi attrezzatura il mercato propone una buona quantità di modelli, ciascuno con caratteristiche peculiari. Orientarsi all'inizio non è semplicissimo, ma l'aspetto principale cui prestare attenzione è quello della misura poichè la taglia incide sia  sualla maneggevoleza dell'ala che sul range di vento che sarete in grado di sfruttare.

Le misure delle ali da Wing oscillano fra i 3 ed i 6mq ma le misure centrali (4 e 5) sono le più comuni ed usate. La misura dell'ala, come per altri wind-sport andrebbe scelta in funzione del range di vento che si intende coprire e chiaramente anche in funzione del proprio peso, della tavola e del foil che si utilizza. Usando il wing con lo skate la situazione è un po' meno complicata poichè il Wing non dovrà fornirvi la spinta necessaria a sollevare la tavola dall'acqua, trovandovi già in piedi su uno skateboard. Per lo stesso motivo è anche possibile usare una vela più piccola di quella che usereste in acqua e sfruttare anche brezze più leggere.

Se volete comprare un Wing da usare esclusivamente a terra con lo skate, vi consigliamo una misura intorno a 4, ma se invece non volete precludervi la possibilità di usarla anche in acqua, meglio una 5. Non che una 4 non sia adatta ad essere usata in mare, ma una vela più grande vi fornirà, soprattutto all'inizio un po' di sostegno e vi permetterà di sfruttare venti più leggeri, senza per questo diventare troppo ingombrante o poco maneggevole. In ogni caso una 5 non vi precluderà in alcun modo la possibilità di divertirvi con il vostro skate e non presenta particolari svantaggi rispetto ad una taglia più piccola. 

Noi ad esempio abbiamo usato una Naish 5.3 ed ecco i pro e contro di questa misura, per aiutarvi a scegliere la vostra taglia ideale

PRO: possibilità di sfruttare vento veramente leggero, ben sotto ai 10 nodi. Misura più adatta all'uso in mare

CONTRO: la dimensione maggiore aumenta il rischio di toccare terra con il tip, soprattutto le prime volte. Già dalla seconda volta è rarissimo toccare con il tip a terra e comunque il rischio non scompare con una taglia in meno. 

IL NOSTRO CONSIGLIO

Considerando che all'inizio è abbastanza facile grattugiare i tip sull'asfalto, pensate a proteggerli. (I tip sono le due punte dell'ala).  L'ideale è usare del neoprene o della gomma, con uno spessore sufficiente. Noi avevamo un vecchio pad adesivo di una tavola da kitesurf e abbiamo usato quello. Lo abbiamo tagliato e ne abbiamo applicato un pezzetto attorno al bordo di uscita di ciascun tip. Oppure potete anche usare il fondo di una bottiglia e della gomma. Un domani chiaramente sarà sempre possibile rimuovere la protezione. 
Una volta che avrete preso confidenza con l'ala e la finestra di volo, sarà più raro toccare i tip per terra, ma può sempre succedere.

SKATEBOARD

Per quanto riguarda quale skateboard usare, anche qui ci sono diverse possibilità fra cui scegliere: longboard, mountainboard o surfskate sono le tipologie più adatte e fra queste vi consigliamo senza dubbio un Surfskate.

Il vantaggio di un surfskate rispetto ad altri tipi di skateboard sta nella maneggevolezza e facilità di eseguire carvate e virate strettissime. Se vi state chiedendo se non sia più semplice con un mountainboard per via delle strap, la nostra risposta è no. Vincolarsi con delle strap alla tavola, mentre una vela vi trascina sospinti dal vento non è una buona idea. Il rischio è di non riuscire a frenare finchè non avete preso dimestichezza con questo sport e avendo i piedi nelle strap potrebbe risultarvi difficile scendere al volo se serve.

Quale surfskate è più adatto ad essere usato con un wing?

Lasciando da parte marche e modelli specifici, vi consigliamo di usare surfskate con queste caratteristiche:

- Wheelbase: scegli un surfskate con interasse non troppo stretto (consigliamo dai 17 in su), perchè altrimenti quando la velocità aumenta diventa più difficile da controllare.

- Deck: preferite deck di dimensioni generose che offrono maggior stabilità

- Truck: tendenzialmente qualsiasi truck da surfskate va bene. Per le prime volte casomai stringete un po' per avere maggior stabilità

- Ruote: grandi è meglio. Preferite ruote da 70 o addirittura da 75, e abbastanza morbide così da avere buon grip e assorbire meglio le asperità del terreno.

VENTO E SPOT

Prima di scegliere il luogo in cui provare ad usare la vostra wing con lo skate e la giornata giusta ecco alcune considerazioni.

Quanto vento serve per fare wing skateboarding?

Non molto. Sicuramente meno di quello necessario per fare wing foiling. Diciamo che l'ideale è di avere circa 8/10 nodi possibilmente costanti. Attenzione che il vento non sia troppo forte perchè le prime volte non è così semplice controllare la velocità.
Purtroppo nelle aree vicino alle città spesso il vento è tutt'altro che costante, ma non preoccupatevene troppo. Il Wing, a differenza del kitesurf, non cade se il vento viene a mancare. Se anche il vento vi abbandona per qualche momento scendendo di intensità non è un grosso problema poichè potete comunque compensare facendo pumping sul vostro skate e tenendo la vela in posizione in attesa della prossima raffica. Anche il vento forte si gestisce molto facilmente con il wing ed eventuali raffiche di maggior intensità difficilmente diventano un problema e in ogni caso è sempre possibile sventare completamente l'ala tenendola per la sola maniglia sulla leading edge. Una volta che avrete preso confidenza con il vostro wing potrete sfruttare efficacemente anche venti un poco più leggeri e divertirvi fino a circa 20 nodi... oltre consigliamo una vela più piccola ed un po' di esperienza in più. 

Dove posso fare Wing skateboarding?

Ovunque ci sia spazio a sufficienza per divertirti ed il bello è che non servono distese immense. L'importante è che lo spazio che scegli non sia troppo riparato dal vento, perchè ad esempio circondato da palazzi alti. A parte questo qualunque spazio o stradina non trafficata può andar bene. Ad esempio potresti sfruttare il parcheggio di un supermercato (quando è chiuso ovviamente), un campo sportivo ed eventualmente anche uno spazio con terra battuta o erba bassa... ma in questo caso okkio ad eventuali buche, sassi ecc.

Altre domande frequenti

E' molto difficile? Servono abilità particolari?

No, non è difficile ed è alla portata di tutti. L'unica cosa importante è che prima devi saper andare con il surfskate o con lo skateboard, controllare l'andatura ed un po' di velocità.

E' pericoloso?

No, non è pericoloso. A patto ovviamente di non esagerare con vento troppo forte. In ogni caso prima di salire sullo skate esercitati un po' a tenere il wing nel vento per capirne il funzionamento.

E' faticoso?

All'inizio si, tener su la vela con la forza delle braccia le prime volte stanca un po'. Una volta che esegui i movimenti in modo corretto ed acquisisci la giusta tecnica la fatica diminuisce molto. La vela è mantenuta in aria dal vento e le braccia non fanno più tanta fatica.


COMMENTI

Autore: Vale

Ho incontrato il kitesurf nel 2002 ed è subito stato amore. Qualche anno dopo mi sono avvicinata anche al surf. Quando sono in acqua sono felice e se sei su questo sito probabilmente sai già di cosa sto parlando. Ci vediamo in acqua.