WING SURF COME INIZIARE

10 domande e risposte sul wingsurfing

Vorresti provare il wing surf ma non sai da dove iniziare? Ecco qui le 10 cose fondamentali da sapere se vuoi avvicinarti al wingsurfing.

1 - IL WINGSURF PUo' PRATICARLO CHIUNQUE?

SI, assolutamente.
Il wingsurf non è particolarmente difficile nè particolarmente faticoso. Non è uno sport che richiede molta forza fisica, nè devi essere in perfetta forma per praticarlo. Per questo il wing surf è veramente uno sport per tutti e tutte ed è praticabile a qualunque età, o quasi. Beh ovviamente non va bene per un bambino di 5 anni, ma per i bambini un po' più grandicelli è già fattibile, e la stessa cosa vale per chi non è più un ragazzino, naturalmente con le duvute cautele dovute al fatto che è pur sempre uno sport e per di più si pratica in acqua e a stretto contatto con le forze della natura. 
A questo proposito direi che un requisito importante è di avere una buona acquaticità, e con questo non intendo fare gare di nuoto, ma almeno essere tranquilli in acqua (sopra e sotto). 

2 - IL WINGSURF è UNO SPORT PERICOLOSO?

Generalmente NO.
Il wingsurfing è uno sport abbastanza sicuro, a patto di praticarlo in condizioni meteo di sicurezza. è evidente che entrare in mare durante una mareggiata è di per sè pericoloso, con o senza il wingsurf. Ma se lasciamo ai professionisti le condizioni estreme, il wingsurfing praticato con venti leggeri e in acque calme è uno sport davvero sicuro.
L'eventuale pericolosità del wingsurfing è legata più che altro alle condizioni in cui lo si pratica, oppure alla volontà di spingerlo verso la spettacolarità con acrobazie ecc. Vento molto forte e mare in tempesta possono facilmente fare anche del wingsurfing uno sport pericoloso ed estremo.
Come in molti altri sport gli incidenti peggiori spesso coinvolgono rider esperti alla ricerca di nuove sfide, più che principianti.

3 - IL WINGSURFING SI PUò IMPARARE DA SOLI?

Si, è possibile.
Essendo uno sport abbastanza sicuro è possibile entrare in acqua e cominciare a provare da soli. Questa probabilmente è la soluzione consigliata ai più intraprendenti o a chi ad esempio proviene dal windsurf.
Se siete tipi pazienti, costanti e abbastanza motivati, imparare da soli può essere divertente ed avere il sapore di una conquista, senza però nascondere troppe insidie.
Se però siete tipi impazienti, che vogliono arrivare subito alla parte divertente tagliando le ore di pratica, allora un buon corso è senza dubbio la soluzione migliore per voi perchè un istruttore è in grado di darvi quelle dritte per mettervi in piedi sul foil in men che non si dica.    

4 - CONVIENE FARE UN CORSO DI WINGSURFING?

Come abbiamo detto, non ci sono particolari controindicazioni a provare da soli il wing surf. Per questo molti si chiedono se convenga o no fare un corso. La risposta è molto soggettiva, ma voglio elencare quelle che secondo me sono le ragioni principali a favore del corso
Il motivo numero uno è naturalmente quello di imparare più in fretta ed arrivare prima alla "parte divertente", ma non solo. Durante il corso vi insegneranno le basi per manovrare la vela in piena sicurezza, girarla e farla ripartire dall'acqua con la tecnica giusta, fino alla posizione tenere per fare bordi di bolina.
Un secondo aspetto da considerare è quello puramente economico. Comprare tutta l'attrezzatura è un investimento di non poco conto. Fare un corso, anche di poche ore, vi permetterà di provare il wingsurfing e valutare se questo sport fa per voi prima di comprare tutto il necessario.
Il terzo punto riguarda la scelta dell'attrezzatura. Un breve corso vi metterà in grado di scegliere con maggior cognizione di causa la vostra attrezzatura nuova, evitandovi errori grossolani ma sempre in agguato quando si compra qualcosa di cui si sa poco o nulla. 
Infine c'è un ultimo aspetto che riguarda la sicurezza dell'attrezzatura. Si avete capito bene, dell'attrezzatura. La vela da wingsurfing se non maneggiata correttamente può danneggiarsi e lacerarsi, e la stessa cosa vale per la tavola e per il foil. Qualche ora di lezione può aiutare a prendersi meglio cura di tutto.
(le foto di questo post ad esempio le abbiamo scattate durante il nostro corso di wingsurfing a Lanzarote, dal nostro amico Alessandro di Lanzarotekite)

5 - IL WINGSURFING ASSOMIGLIA AL KITESURFING O AL WINDSURFING?

Fin dai primi video apparsi su youtube di questo nuovo sport si è aperto il dibattito. Il wingsurfing è più come il kitesurf o come il windsurf? Ed è più facile o più difficile? Più pericoloso o più divertente. La vela, il wing, è senza dubbio basato sulla tecnologia di una vela da kitesurf. D'altro canto il modo in cui viene maneggiata l'ala è più vicino alla conduzione di una vela da windsurf. La tavola poi assomiglia ad uno stand up paddle, anzi all'inizio ci si può tranquillamente divertire con una tavola da sup, mentre più avanti vedrete che i vantaggi di una tavola specifica sono davvero tanti. 
La verità è che il Wing è ormai uno sport diverso che ha senza dubbio dei punti di contatto sia con il kitesurf che con il windsurf ma anche tante differenze, tali da renderlo qualcosa di nuovo, secondo noi senz'altro da provare. Poi sta a voi decidere se vi conquisterà o meno. Per quanto ci riguarda è un nuovo modo di giocare con il vento e ed un modo in più per stare in acqua.

6 - QUANTO VENTO SERVE PER IL WINGSURFING?

Dipende. Il wingsurf si può praticare anche con venti molto leggeri, ma serve un po' di abilità ed una pinna foil adeguata. Quando le prime volte lo userete con una tavola da sup, magari senza foil, è più facile se ci sono circa 15 nodi, diciamo fra i 14 ed i 18/20 nodi di vento. In seguito guando riuscirete a gestire il sollevamento ed il galleggiamento in aria sulla vostra foilboard è possibile sfruttare anche venti molto, MOLTO, più leggeri, anche sotto i 10 nodi. Ma la differenza a questo punto la fanno l'ala anteriore del vostro foil e la vostra abilità nello sfruttare la minima brezza, più che la misura del vostro wing.

7 - QUANTO TEMPO SERVE PER IMPARARE IL WINGSURFING?

Come dicevo all'inizio il wingsurf è uno sport che si può imparare abbastanza velocemente e che in poco tempo  permette di ottenere davvero tanto divertimento. Ma cosa significa poco tempo? Dipende.
Nel wingsurf, come in ogni cosa, ogniuno ha i suoi tempi. In linea di massima posso dirvi che già dopo un paio di ore la maggior parte delle persone è in grado di andare e tornare, seppur con qualche incertezza, utilizzando una normale tavola da sup con molto volume. 
Ancora qualche ora di pratica e in genere si è in grado di tornare al punto di partenza e risalire il vento. Da questo momento in poi inizia il divertimento vero e proprio: la gestione della planata e del sollevamento con il foil. Dopodichè i limiti del wingsurfing sono ancora tutti da esplorare... 

8 - ATTREZZATURA DA WINGSURF: COSA COMPRARE PER INIZIARE?

Se decidi di frequentare un corso di wingsurf, come ti abbiamo suggerito, non dovrai comprare niente all'inizio. La scuola di wingsurf metterà a tua disposizione tutta l'attrezzatura necessaria per iniziare. Questo ti permetterà di avvicinarti alla pratica di questo sport con un investimento minimo, rispetto al costo di un'attrezzatura completa. Alla fine del corso, se ti sarai appassionato al wingsurfing avrai le competenze per scegliere l'attrezzatura più adatta a te.Se invece hai deciso di cimentarti da autodidatta ecco qualche consiglio sulla scelta dell'attrezzatura per il wingsurfing

- VELA da wingsurf: il WING. A differenza di sport come il kitesurf o il windsurf, una sola vela è sufficiente per la maggioranza dei windsurfer, anzi la maggior parte dei brand produce una sola misura o poche di più. Per iniziare vi consiglio di scegliere un WING di misura intermedia intorno ai 4mq. Chiaramente ci sono differenze fra un brand e l'altro, ma ad oggi la distinzione più netta è fra i wing di Duotone che hanno il boma rigido e tutti gli altri che hanno boma gonfiabile integrato. Per approfondire i pro ed i contro di questa scelta scriveremo un post apposito.
- TAVOLA da wingsurf. La tua prima tavola potrebbe anche essere un vecchio sup o una vecchia tavola da windsurf. L'importante è che abbia sufficiente volume da sostenerti. Inoltre tavole corte e larghe sono di aiuto. All'inizio puoi anche usare la tavola senza foil. Eventualmente usa una bella pinna per riuscire a bolinare. Quando in seguito userai il foil dovrai scegliere una tavola specifica (foilboard), o almeno una che abbia l'attacco per il foil.
- FOIL da wingsurf. Il foil è un elemento fondamentale perchè senza sollevarti dall'aqua ti perdi la maggior parte del divertimento!.
Scegliere il foil giusto non è affatto semplice. Come primo foil, per risparmiare qualcosa, puoi sceglierne uno in alluminio invece che in carbonio. La cosa importante è che l'ala anteriore sia da almeno 1800 - 2000 (1800 se sei leggero, 2000 se sei più pesante) perchè con ali più piccole è necessario troppo vento.

9 - DOVE FARE WING SURFING?

Ovunque... o quasi! 
In linea di massima qualsiasi specchio d'acqua con una quindicina di nodi di vento è adatto. Laghi, mare, lagune. Teoricamente qualunque spot di kitesurf o windsurf è adatto e il bello è che non serve necessariamente tanto spazio come per il kitesurf, per cui anche molti laghi sono ottimi candidati, così come tanti altri spot tutti da scoprire.
Inizialmente l'assenza di onde è senz'altro un punto a favore. Acqua bassa o alta? In realtà questo ha poca importanza. Molti principianti si sentono più tranquilli ad imparare nell'acqua bassa... l'importante in questi casi è assicurarsi che non ci siano ricci o scogli! Vento forte o vento leggero? Entrambi gli estremi sono difficili da gestire. Se il vento è troppo debole è più difficile e faticoso tenere sù la vela, mentre se è troppo forte si rischia di venir solo trascinati via. 
Scegliete quindi per iniziare una spiaggia con acqua piatta o un lago e vento costante sui 15 nodi. Poi se vorrete potrete sperimentare condizioni più impegnative. 

10 - IL WINGSURFING è DIVERTENTE?

Molti kiters, windsurfer e surfer guardano al wingsurfing con un misto di scetticismo e sufficienza. Ok, forse non sarà così adrenalinico come questi sport, ma è senza dubbio divertente, e ve lo diciamo dopo averlo provato. Se poi non venite da nessuno di questi sport o se li avete abbandonati da anni perchè troppo impegnativi, allora dovete decisamente dare un'occasione al wing perchè potreste finalmente aver trovato il modo per stare in acqua divertendovi, senza troppo stress.


COMMENTI

Autore: Vale

Ho incontrato il kitesurf nel 2002 ed è subito stato amore. Qualche anno dopo mi sono avvicinata anche al surf. Quando sono in acqua sono felice e se sei su questo sito probabilmente sai già di cosa sto parlando. Ci vediamo in acqua.

CONTATTACI - RICHIEDI INFORMAZIONI